Esempio di aspetto di una categoria blog (Categoria FAQ/Generale)

Pianificare il software gestionale con il Gantt

Ultimo aggiornamento Martedì 20 Luglio 2010 16:26 Scritto da Fabio Zinesi Martedì 20 Luglio 2010 16:13

Il Gantt è lo stumento migliore per pianificare l'avviamento di un software gestionale?

Si

La risposta è proprio semplice. I motivi sono molti. Si parte dal ragionamento di base che senza pianificazione non c'è successo e che lo strumento principe della pianificazione è il Gantt.

Lo dimostrano i casi d'uso passati e futuri.

Ecco il gantt di un progetto che implica l'intervento di 5 attori che ha permesso di completare lo sviluppo di un software adhoc in 15 gg

Software Gesitonale Gantt

 

Un ottimo software open source per la gestione dei GANTT è disponibile a questo indirizzo web: http://www.ganttproject.biz/download 

Il software è in inglese ma intuitivo e molto semplice da utilizzare.

 

A cosa serve il CRM?

Ultimo aggiornamento Martedì 20 Luglio 2010 16:27 Scritto da Fabio Zinesi Martedì 20 Luglio 2010 15:48

L'obiettivo primario di un'azienda deve essere sempre e solo uno: Vendere

 

Come può un'azienda vendere di più e meglio?

 

1° - In un'azienda esistono dei costi fissi e dei costi variabili, ogni buon imprenditore deve essere in grado di raggiungere il miglior grado di rapporto fra costi fissi e variabili. Per ottenere questo rapporto il lavoro principale deve consistere nel raggiungere il maggior numero di vendite senza andare ad aumentare i costi fissi. Riuscire in questo intento è cosa difficile ma preziosa. Un buon imprenditore sa che per ottenerlo deve continuamente rifare calcoli e conteggi.

Il software CRM collegato ad un DataWareHouse risponde a questa esigenza. 30 anni fa bastava l'intuito dell'imprenditore per capire come si stava muovendo il mercato. Oggi non è più possibile. Anche solo calcolare l'incidenza fiscale unita alle agevolazioni in conto capitale e come si muove l'ago della bilancia finanziaria richiede tempo ed esperienza.

 

2° - Quando l'imprenditore ha stabilito dove vuole portare l'azienda entra in gioco la squadra commerciale.

Il CRM è uno strumento molto importante per l'imprenditore che ha nel suo organico anche un solo commerciale. Perché? I motivi sono elencati di seguito:

  1. Tiene fedelmente traccia delle offerte e delle sue revisioni
  2. Calcola le statistiche dei risultati di vendita
  3. Gestisce fedelmente lo scostamento sulle previsioni di vendita
  4. Da un riscontro sul potenziale carico di lavoro futuro
  5. Mantiene il polso della situazione della concorrenza
  6. Da al cliente una visione di qualità dell'azienda maggiore
  7. Si integra con il sito web dell'azienda
  8. Calcola il ritorno sugli investimenti di marketing e comunicazione
  9. Avvisa i responsabili nel caso in cui i commerciali effettuino offerte anomale
  10. Avvisa i responsabili nel caso in cui alcuni clienti consolidati si scostino dal trend tipico di vendita permettendo di prendere provvedimenti
  11. Avvisa i responsabili nel caso in cui i commerciali non effettuino il giusto numero di telefonate quotidiane
  12. Ricorda ai commerciali le scadenze delle offerte in corso
  13. Suggerisce ai commerciali alcune azioni commerciali

 

3° - Il supporto post Vendita

Il CRM permette di gestire al meglio tutto il lavoro post vendita. Quando una vendita è stata fatta e la squadra commerciale ha fatto il suo meglio tocca al resto dell'azienda intervenire. Il CRM fa questo monitorizza gli avanzamenti degli ordini e dei progetti.

 

4° - E se qualcosa va storto?

Il CRM provvede ad avvisare tutti gli attori di una vendita delle anomalie che si stanno verificando. Il caso tipico è quello in cui una consegna è in ritardo, automaticamente il sistema avvisa i responsabili e i commerciali in modo da porter intervenire e risolvere la situazione.

Come codificare gli articoli

Ultimo aggiornamento Lunedì 19 Luglio 2010 09:07 Scritto da Fabio Zinesi Lunedì 19 Luglio 2010 09:01

Come codificare un articolo?

Esistono diverse metodologie per codificare un articolo a magazzino. Di seguito trovate le principali metodologie che vengono adottate in questo periodo:

La soluzione con codice parlante: Utilizzare un codice parlante significa che viene semplicemente utilizzato nel codice dell'articolo un termine intuitivo per identificare il prodotto. Spesso il codice viene composto in più parti, ogni parte del codice identifica una caratteristica del prodotto. Può essere una misura o altro. Sono esempi di codici parlanti i seguenti:

VITE130X50XM30;    PROFILO150X50;     TAPPO-ROSSO-110

La soluzione con codice progressivo: Viene utilizzato un codice progressivo, ogni articolo è identificato da un codice alfanumerico. E' possibile utilizzare un codice progressivo misto ad un codice parlante. Ad esempio le prime tre lettere identificano con un termine la tipologia di articolo e il suffisso è un progressivo automatico. Sono codici progressivi i seguenti:

000001;    000002;     000003;     000004;

Sono codici progressivi parlanti i seguenti:

VITE000001; VITE000002; PROFILO0001; PROFILO0002; PROFILO0003;

Le caratteristiche dei prodotti vengono poi inserite all'interno degli articoli in modo che possano essere utilizzate nei report statistici dell'azienda

La soluzione con doppio codice: Nella soluzione con doppio codice il primo codice è un progressivo automatico e viene inserito un secondo codice intuitivo collegato al primo. Le ricerche potranno poi essere effettuate con entrambi i codici. Il discorso delle caratteristiche dei prodotti indicate nell'anagrafica dell'articolo vale anche per la soluzione con il doppio codice

In tutte le soluzioni è poi possibile utilizzare un codice a barre per automatizzare il sistema di gestione degli articoli.

Software Gestionale

Quale è la soluzione migliore da adottare?

Non esiste una soluzione valida al 100% per tutte le aziende. La maggior parte delle aziende traggono comunque il massimo dei benefici dalla soluzione con codice progressivo parlante. La valutazione su quale dovrebbe essere la scelta migliore deve essere dettata dalla tipologia di articoli che vengono trattati da un'azienda. Se le caratteristiche salienti di un prodotto sono massimo 2 allora la soluzione con codice parlante è la migliore. Se le caratteristiche sono più di due allora è necessario scegliere altre soluzioni.

 

Obbligo inseritmento IBAN sulle RIBA

Ultimo aggiornamento Lunedì 19 Luglio 2010 09:08 Scritto da Fabio Zinesi Sabato 10 Luglio 2010 10:30

Pubblicate le specifiche CBI AEA/RID e RiBa aggiornate alla luce del recepimento della Direttiva PSD.

No, non è necessario l'iban sulle Ri.Ba. !

Si precisa a tale riguardo come non vi sia alcun obbligo di indicazione dell'IBAN di domiciliazione nelle presentazioni RiBa. Si è diffusa nei giorni scorsi una erronea interpretazione del dlgs di recepimento PSD, che riguarda al contrario unicamente i beneficiari delle operazioni di pagamento (bonifici).

 

Relativamente al presunto obbligo a partire dal 05 Luglio 2010 di indicare da parte del creditore (ovvero del fornitore che emette Riba) il codice IBAN del debitore nel file CBI generato dai vari gestionali, si è espresso il CBI (Corporate Banking Interbancario) stesso con una comunicazione. Di seguito riportiamo un estratto di tale comunicazione: "LA SEGRETERIA TECNICA NON HA CONCORDATO (...) ALCUNA PREVISIONE RIGUARDO ALL'OBBLIGATORIETA' DEL DATO IBAN NELLE PRESENTAZIONI RIBA. LE COORDINATE DELLA BANCA DOMICILIATARIA SONO RAPPRESENTATE ESCLUSIVAMENTE DAL CODICE ABI E, FACOLTATIVAMENTE, DAL CODICE CAB; QUELLE DELLA BANCA ASSUNTRICE PREVEDONO ESCLUSIVAMENTE ABI E CAB, CON LA FACOLTATIVITA' DEL NUMERO DI CONTO (COORDINATE TRADIZIONALI)" Quindi, almeno fino a oggi, non è necessario l'inserimento dell'IBAN all'interno del tracciato del file per le presentazioni delle Ri.Ba.

 

Vai al Sito CBI

 

Guarda i video dimostrativi:

Demo Software Gestionale

Cerchi informazioni più dettagliate?

Visita la sezione FAQ.

Troverai maggiori informazioni

 

 

Vorresti sapere come
aumentare il fatturato?

Software CRM

 

 

Come scegliere un software gestionale

Ultimo aggiornamento Mercoledì 21 Luglio 2010 08:23 Scritto da Administrator Sabato 02 Gennaio 2010 13:34

Come scegliere un software gestionale

Scegliere il software gestionale che accompagnerà il futuro di un'azienda è una sfida impegnativa. Il software deve aiutare e supportare l'azienda nell'operatività. Quali sono quindi i principali elementi da tenere in considerazione in una scelta del genere?

  1. Completezza funzionale dell'applicativo. Più un software ha funzionalità più sarà semplice implementarlo nel sistema aziendale.
  2. Partner affidabile. L'incapacità di un partner di intervenire velocemente ed in modo efficace.
  3. Disponibilità dei sorgenti da parte del partner.
  4. Possibilità di accedere al database anche con strumenti esterni.
  5. Personalizzabilità delle stampe.
  6. Linguaggio di sviluppo diffuso e ben conosciuto.
  7. Disponibilità di aggiornamenti costanti.
Se un software risponde in modo positivo a queste informazioni, Tale software è un buon prodotto.

http://software-gestionale.blogspot.com/2009/12/come-scegliere-un-software-gestionale.html

 

Pagina 1 di 2

«InizioPrec.12Succ.Fine»